Giovedì, 06 Agosto 2020, 02:37

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

REGOLATA LA POSIZIONE DEGLI STUDENTI TRANSFRONTALIERI

Articoli correlati

La posizione di alunni e studenti delle scuole italiane nel capodistriano, che risiedono in Croazia o in Italia sarà regolata. Lo hanno stabilito durante una riunione di lavoro le delegazioni della Can Costiera, composte dal presidente, Alberto Scheriani e dal segretario Andrea Bartole, nonché dell’Amministrazione di polizia capodistriana formata dal Direttore, Igor Ciperle e dal suo capo gabinetto, Dimitrij Marušič. Alla ripresa delle lezioni, provista per lunedi prossimo, i ragazzi potranno tranquillamente varcare i confini di stato, esibendo alle autorità slovene, croate e italiane un certificato comprovante la frequentazione dei rispettivi istituti. Saranno cosi equiparati ai lavoratori transfrontalieri, in un primo tempo messi in seria difficoltà dalle limitazioni anti-coronavirus. Le forze dell’ordine hanno precisato, però, che il permesso sarà valido solo per raggiungere le scuole e per far ritorno a casa con il primo mezzo di trasporto disponibile. Non saranno tollerati soggiorni prolungati nei quattro Comuni costieri. Prossimamente, se i dati sul covid 19 saranno incoraggianti, potrebbe cadere anche questo divieto.

 

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati