Martedì, 06 Dicembre 2022, 12:31

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria

CAN COSTIERA- RAMMARICO PER LE POLEMICHE SU SANTA LUCIA

Articoli correlati

La CAN Costiera ha accolto con stupore gli accesi dibattiti, dai connotati negativi e offensivi che hanno fatto seguito alla proposta di ripristinare l’antico toponimo di Santa Lucia. La mozione relativa al Consiglio comunale, dopo anni di discussioni e preparativi, era partita dalla Comunità locale e sostenuta dai consiglieri municipali italiani e dalla Comunità autogestita della nazionalità italiana di Pirano, nonché da uno dei partiti rappresentati nel Consiglio stesso. Il ritorno all’antico nome della località alle porte di Portorose, dove da secoli la locale chiesa e parrocchia sono consacrate alla Santa, sostenuto con convinzione dagli appartenenti alla CNI, sembrava finalmente un atto condiviso, accettabile e ad un passo dall’introduzione. Purtroppo si sono levate critiche immotivate e violentissime, rimbalzate anche sui social, contro la Comunità italiana, che avrebbe intenzioni revisioniste e nazionaliste. Il presidente della CAN Costiera, Alberto Scheriani, si dice rammaricato per la polemica innescata su un tema che era stato esaminato a fondo in passato e che sembrava essere ormai di prossima soluzione. Come ha rilevato, sarà necessario includersi nella campagna per il prossimo referendum locale su questo tema e tornare a spiegare i motivi storici, che spingono la CNI ad affiancare la Comunità locale nella richiesta del reintegro ufficiale del nome Santa Lucia.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati